Come tracciare il gioco d’azzardo in italia

Grazie ad internet, oggi, è possibile pagare qualsiasi prestazione, servizio od acquisto di beni anche via WEB-POS senza costi aggiuntivi se non quelli che si pagano per una comunissima Home-banking che viene proposta sempre all’apertura di un nuovo conto corrente. L’Era della “grande rete” e dei Social Network è già da anni nella vita di ognuno e nelle attività sopratutto degli esercenti che si occupano di raccogliere gioco, ma tutti i Governi hanno sempre fatto la corsa a ricorrere alla solita lunga e ferraginosa burocrazia cartacea. E’ mai possibile, quindi, che in questa “Era Telematica” i Raccoglitori di Gioco siano ancora obbligati a dotarsi di “terminali” il cui costo grava sempre e comunque sull’esercente? Detto questo, e qualora lo Stato voglia veramente “tracciare” anche l’aria che si respira l’unica -od una- delle soluzioni più pratica sarebbe che lo stesso Stato obblighi le banche all’installazione, gratuita e senza costi per le transazioni- di terminali o in alternativa di WEB-POS: sembrerebbe tutto più semplice e meno dispendioso.

Il settore del gioco è già in crisi profonda a causa di continue restrizioni alle quali viene sottoposto, altre spese sono impensabili da “assorbire” sopratutto quando sono piuttosto “inutili”. Certamente dotarsi di terminale forse attirerebbe qualche cliente in più o forse inconsciamente si pensa che non avendolo il cliente si “trasferirà” in altro punto di raccolta… ma questo non può bastare per accollarsi delle spese “insostenibili” ed anche “ingiuste” solo per far… piacere allo Stato ed alle Banche. Questo proprio no.

Successo londinese per il gioco d’azzardo

Lo sciopero dei trasporti a Londra non è “riuscito a fermare” un altro successo di Ice Totally Gaming 2014, evento veramente a livello globale per quanto riguarda il gioco. Vi sono state certamente difficoltà di “spostamento” nella city per Ice che è riuscita ad accattivare l’attenzione di partecipanti da 156 nazioni: l’evento di gioco più grande al mondo che si “snoda” tra l’elite delle esposizioni ospitate nel Regno Unito. E’ stato fatto tantissimo per promozionare Ice Totally Gaming 2014 in modo da estendere ad ancora più nazioni l’offerta, toccando la Bielorussia ed il Brasile, la Cambogia e Curacao, il Vietnam ed il Venezuela: tanta promozione a mezzo di 90 canali di stampa e comunicazione digitale ed anche una campagna di social media integrati. Ecco perchè tanto successo, tanta partecipazione… e sopratutto tanto gradimento.

Ice 2014 ha attirato un totale di più di ventitremila partecipanti di cui il 56% proveniente da fuori Regno Unito, il 79% erano responsabili “chiave” ed il 38% classificati come dirigenti di livello C o dirigenti. Alcuni dei visitatori intervistati hanno dichiarato che sono stati coinvolti nelle varie manifestazioni ed incontri ed hanno asserito che Ice è un evento “a cui partecipare obbligatoriamente” ed hanno valutato la qualità dei 515 espositori eccellente: quindi dopo l’esperienza del 2014, la squadra di Ice è focalizzata sul consegnare un altro evento di successo per tutti i settori dell’industria internazionale del gioco: sarà una gran bella sfida perchè… si ritiene sia stato fatto quasi il massimo!

Inizia ritirare le vincite fatte nei casino online

Una delle fondamentali caratteristiche dei casino on-line legali italiani è quella di garantire ai propri utenti registrati il massimo livello di protezione dei propri dati personali e finanziari durante le transazioni che si verificano all’interno della propria piattaforma di gioco e che consentono di prelevare le eventuali vincite conseguite scommettendo ai tanti casino games che caratterizzano i loro ricchi palinsesti.

Grazie di un sistema particolare di crittografia dei dati personali e finanziari dell’utente, le modalità di pagamento disponibili nei casino on-line legali italiani sono in grado di difendere gli interessi dello scommettitore da eventuali tentativi di appropriazione indebita da parte di malintenzionati.

Nelle migliori piattaforme per il gambling on-line con licenza per il gioco a distanza rilasciata dall’Aams gli utenti troveranno tante modalità di pagamento, alcune molto veloci nei trasferimenti, tutte molto semplici da utilizzare e con dei costi di gestione che dipendono dall’istituto di credito o finanziario emittente.

Ad esempio, sono disponibili tante le carte di credito dei principali circuiti finanziari internazionali (MasterCard, Visa, Visa Electron, Maestro, Diners Club e tanti altri ancora), dotate di particolari microchip che pongono l’utente al riparo da eventuali rischi di subire delle perdite per via di azioni di appropriazione indebita di cui già abbiamo parlato qualche rigo prima.

Anche se sono molto semplici da utilizzare e si prestano parecchio per essere utilizzati nei pagamenti a distanza delle transazioni che si verificano sulla rete. I costi di gestione dipendono dalla politica dei prezzi adottata dall’istituto bancario emittente. I tempi di accredito delle eventuali vincite potrebbero arrivare fino ad un massimo di cinque giorni lavorativi. Anche in questo caso, tutto dipende dall’organizzazione interna da parte di ogni singolo istituto emittente.

Un’altra modalità di pagamento molto usata è il portafoglio virtuale. Si tratta di un conto on-line a cui possono essere collegate delle carte di credito oppure un corrente bancario, per risultare pienamente operative. Al momento i portafogli virtuali più in uso tra gli utenti, che sono soliti interagire sulla rete per eseguire delle transazioni aventi ad oggetto l’acquisto di beni o servizi, sono Moneybookers, PayPal, Neteller.

Queste modalità di pagamento sono molto veloci nei trasferimenti, consentendo allo scommettitore di entrare subito in possesso del somme vinte, scommettendo ai casino games. Ovviamente tali somme dovranno essere trasferite verso le carte di credito o come se il conto corrente bancario ai portafogli virtuali, i tempi di accredito variano a seconda dell’istituto bancario o finanziario che ha emesso tali modalità di pagamento.

Un altro metodo di pagamento molto popolare e tradizionale, per certi versi, soprattutto nel nostro paese, è il bonifico bancario. La sua capacità di conferire il massimo livello di protezione è indiscutibile, il suo utilizzo è molto alla portata anche di coloro i quali non sono propensi ad eseguire dei pagamenti a distanza utilizzando dei mezzi elettronici. Purtroppo, però, i tempi di accredito delle risorse vinte scommettendo ai casino on-line Aams sono piuttosto lunghi e, in media, variano dai 4 ai 6 giorni lavorativi.

Se ci si collega sul portale ufficiale di ogni singolo metodo di pagamento finora indicato in questo articolo, si avrà la possibilità di prendere visione di tutti gli accrediti eseguiti le cui informazioni vengono fatte pervenire all’utente in tempo reale.

Effettua un deposito per giocare nei casino online

L’ utente, che decide di scommettere impiegando soldi veri all’interno delle migliori piattaforme per il gambling on-line con licenza Aams, dispone di un ampio ventaglio di alternative che possono essere utilizzate per ricaricare in maniera del tutto serena, senza alcun rischio di subire perdite, il proprio conto di gioco per iniziare il divertimento.

Nella sezione delle modalità di pagamento disponibili in ogni sito Web di un casino on-line legale italiano, gli utenti troveranno un’ampia gamma di strumenti molto utili, come le carte di credito dei principali circuiti finanziari internazionali MasterCard, Visa, Visa Electron, Diners Club, Maestro, Carta Postepay e tanti altri.
Inoltre, considerato che stanno sempre più prendendo piede sulla rete dei portafogli virtuali che consentono agli utenti di effettuare degli acquisti anche in siti dove non sono accolte alcune carte di credito e che possono essere benissimo collegate ai conti on-line che sono disponibili anche nei casino on-line Aams, come PayPal, Neteller e Moneybookers.

Questi strumenti consentono di trasferire, in maniera molto rapida, le somme da impiegare alle scommesse on-line all’interno della piattaforma scelta dallo scommettitore. Anch’essi sono molto sicuri perché dotati di un sistema particolare di riconoscimento dei dati personali dell’utente e di crittografia che pongono al riparo informazioni rilevanti dal punto di vista finanziario, sottraendole a coloro i quali agiscono in mala fede per provare ad appropriarsi indebitamente delle risorse contenute all’interno dei conti privati.

Dal proprio conto on-line, inoltre, l’utente ha la possibilità di prendere visione delle movimentazioni finanziarie in entrata e uscita che si verificano nel tempo, aggiornate in tempo reale, in modo da tenere sotto controllo tutte le risorse che periodicamente vengono destinate al gioco e che consentono di gestire al meglio il Bankroll.

Bonus e promozioni collegati con i portafogli virtuali

A volte la scelta di una modalità di pagamento, in luogo di un’altra, può risultare molto conveniente, se si pensa che i casino on-line legali italiani raggiungono delle convenzioni capaci di premiare l’utilizzo di alcuni importanti strumenti di pagamento, grazie all’offerta di promozioni piuttosto interessanti.

Un esempio evidente l’abbiamo quando il giocatore utilizza uno dei principali portafogli virtuali in circolazione sulla rete (Moneybookers, Neteller, PayPal, eccetera) oppure una carta prepagata in particolare (come la Carta Postepay). Infatti, i casino on-line Aams possono assegnare dei bonus con deposito nel momento in cui l’utente utilizza una delle modalità pagamento oggetto della promozione. In media, il valore di tale incentivo al gioco, che si può ottenere in poco tempo dopo aver ricaricare il conto di gioco casino on-line Aams, può variare da un minimo di 5 euro può arrivare fino ad un massimo di 30 euro.

In questo modo si ha la possibilità di disporre di un fondo che può essere utilizzato per provare tante forme di intrattenimento disponibili nei palinsesti dei casino on-line legali italiani. Al fine di sfruttare al massimo tali bonus, si consiglia di prendere sempre visione dei termini e condizioni che si applicano alle singole offerte promozionali.

Il tar dice no ai siti di gioco d’azzardo online illegali

Indubbiamente, e ci si meraviglia del contrario, i siti di gioco che non sono in possesso delle relative autorizzazioni, vanno assolutamente oscurati: è giusto e sacrosanto quindi che il Tar del Lazio, con una sentenza che rigetta il ricorso presentato dalla società Diplim Enterprises Ltd contro l’oscuramento del siti di gioco online, bet4win.org da parte dei Monopoli di Stato, abbia provveduto di conseguenza. Nel mondo del “gioco online” c’è un poco di confusione e forse esiste anche del “vuoto normativo”, ma quello che risulta palese ed ovvio è che chi ha ed esercita l’attività di un sito online deve essere in possesso delle relative autorizzazioni e permessi. Almeno su questo dubbi non ce ne sono e non ce ne devono essere.

I giudici del Tar rilevano che il provvedimento di oscuramento del sito avverso il quale è stato proposto il ricorso era determinato dal fatto che appunto tale sito contenesse collegamenti diretti a siti di gioco privi di autorizzazione: la conseguenza di questo è stato l’inserimento nell’elenco dei siti di gioco soggetti ad inibizione in quanto, seppur attraverso lo stesso sito non venisse effettuata un’offerta di gioco diretta, ma esistesse il collegamento a siti di gioco gestiti da soggetti non autorizzati. Tutto questo ha reso efficace l’applicazione dell’art.1, comma 50, della legge n.296 del 2006 ai fini del quale ed a tutela dell’ordine pubblico e del giocatore ed al fine di contrastare la diffusione del gioco irregolare ed illegale, l’evasione e l’elusione fiscale, si può provvedere all’oscuramento del sito.

Superare i dubbi sul gioco d’azzardo legale online

Bisogna guardare i vari settori del gioco con un occhio più obbiettivo: online, bingo, apparecchi da intrattenimento sono tutti mezzi “assai meno pericolosi” di altri, ma che ancora oggi appaiono come “mali demoniaci” che intaccano il nostro territorio. Si deve vedere questo settore alla pari rispetto agli altri settori industriali e, quindi, nello stesso modo dovrebbero essere intrattenuti con gli operatori del “gioco” rapporti da parte delle banche, della politica e delle istituzioni. Ancora oggi il settore del gioco è indubbiamente discriminato sopratutto per quanto riguarda i rapporti bancari e gli operatori sono sottoposti a controlli che per altri imprenditori non vengono neppure presi in considerazione, ciò è la conseguenza delle “errate notizie” che del settore si fanno arrivare ai cittadini.

L’opinione pubblica e mediatica devono superare le riserve moralistiche nelle quali sono rimaste intrappolate per troppo tempo e finalmente… svanirà quella cortina di diffidenza che tanto “male” ha fatto al settore del “lecito”. Probabilmente con l’articolo 14 della legge delega dedicato al gioco pubblico, si avrà una descrizione davvero completa delle peculiarità di questo settore e si avrà anche la sensazione di ciò che sarà indispensabile per rimetterlo in sesto, prima di tutto dal punto vista della tassazione e della distribuzione e poi per “riallacciare” o “costituire” nuovi rapporti con i territori sopratutto per la prevenzione rispetto alle patologie. Con buona pace di tutti i dipendenti delle imprese del gioco lecito che potranno guardare ad “una vera primavera per il settore”, sperando però che non sia l’ultima.